Top
  >  Viaggi   >  Usa   >  Nevada   >  Valley of Fire e Guerre Stellari

Nel Nevada, non troppo distante da Las Vegas e all’estremità settentrionale del Lago Mead, percorrendo prima la highway 15 per un tratto e poi la 169, si trova la la Valley of Fire, un bellissimo parco statale.

L’ingresso costa 5 $ circa a persona, non è valido il National Park Pass, proprio perché è un parco statale e non nazionale. Pensate che nel 1935 il corpo legislativo del Nevada istituì ufficialmente la commissione dei parchi statali e lo stesso anno la Valley of Fire fu destinata a parco naturale, la prima area protetta del Nevada.
In questo parco i venti del deserto, battendo contro l’arenaria rossa, hanno creato strane ed insolite formazioni rocciose. La valle è caratterizzata da inverni poco freddi e da estati calde e secche. Le piogge sono scarse e sparse su un territorio vastissimo, di conseguenza la vegetazione è povera e la fioritura è limitata a poche aree in primavera. Nella valle vivono comunque molti animali e tra i tanti la più protetta è la Tartaruga del Deserto, specie rara e tutelata dalle leggi statali.
Nel cuore del parco si trova il Visitors Center molto ben organizzato perché si possono trovare tutte le informazioni inerenti all’area, nonché una piccola mostra permanente sui primi insediamenti umani, quando più di 15 mila anni fa, durante l’ultima parte della grande era glaciale, alcune popolazioni iniziarono a colonizzare le lande desertiche.

Questa valle in passato era abitata dagli Indiani, che cacciavano e disegnavano sulla roccia. Tanto è vero che moti disegni e pitture conosciuti come “petroglifici” ne adornano ancora oggi le rocce.

Partendo dal Visitors Center si può effettuare l’escursione del Mouse’s Tank, un crepaccio tra le rocce, lungo circa 1 miglio con tantissime incisioni sulla roccia con motivi religiosi o con scene di guerra o scene agresti. In ogni caso in molti altre parti della Valle si possono trovare questi meravigliosi disegni.

La valle non è solo rocce color fuoco e petroglifi, ma è anche colori, vivissimi, che si possono notare soprattutto nella zona detta Arcobaleno (Rainbow Area): le sue rocce sono davvero tutti i colori: dal blu al viola, al rosa, al giallo, all’arancio. Sembra di essere in un paradiso extraterrestre, tanto è vero che qui sono state girate scene di importanti film come guerre stellari. E di certi film se ne possono vedere ancora le scene in loco.

Se capitate di domenica o in un giorno di festa, non troverete nessuno all’ingresso e perciò neanche alla cassa per pagare il biglietto. Però all’ingresso c’è una postazione con delle buste e delle matite, dove inserire i 5$ a persona e un modulo da compilare con i propri dati. Una volta chiusa la busta ci rimane una ricevuta con un codice identico a quello che è scritto sulla busta. Questo serve perché, sebbene le casse siano chiuse, i rangers girano per il parco anche nei giorni festivi e possono chiederti la ricevuta di pagamento. Se non ce l’hai, significa che non hai pagato e si rischia una multa salata. Ben organizzati, no???

Se decidete di fare un viaggio negli States e di fare una capatina a Las Vegas, non dimenticatevi di andare a dare un’occhiata alla Valle del Fuoco. Ne rimarrete fulminati!!!!o meglio infuocati!!!!

Piacere di conoscervi! Sono Eleonora, una "ragazza" italiana di 45 anni :) Non li dimostro vero? Ho molte passioni e alcune fanno parte del mio stile di vita e del mio essere profondo: viaggiare, fotografare e scrivere. Scontate? Eppure è così che vivo la mia vita, in bilico tra tacchi alti e tubino e scarpe da trekking per viaggi on the road! Ultima cosa, non meno importante: amo follemente gli animali! e per il profondo sentimento che nutro per loro ho scelto uno stile di vita e alimentare molto green. Sono sempre di corsa, perché mi piace divorare la vita. E proprio perché di corsa, vivo sfide come le corse alle 5 di mattina e le maratone! Tipo quella di New York che è stata la mia prima! Seguitemi, ne scopriremo insieme delle belle!

Commenti

  • 31 Luglio 2019

    devono essere dei paesaggi pazzeschi!! prima o poi un viaggio che vorrei proprio fare.. tra l’altro non avevo mai sentito parlare delle roccie di tutti i colori

    reply...
    • Marika

      7 Agosto 2019

      Si sono meravigliosi!

      reply...

Scrivi un commento